Architettura d'interni

Spazi fluidi per un’elegante residenza ai piedi delle mura di Bergamo Alta

Questa ampia residenza affaccia sulla principale via che conduce alla Città Alta di Bergamo e gode di una spettacolare vista sulle antiche mura del XVI secolo, patrimonio dell'UNESCO.

Situato al piano quinto di un edificio degli anni ’70 del secolo scorso, l’appartamento ad “L” era stato concepito con una piccola zona giorno a sud e una grande zona notte a nord, con vista città alta. Un ampio ingresso e un lungo corridoio rettilineo servivano da distribuzione alla zona giorno e notte e ai piccoli locali di servizio, impegnando spazio a discapito dei singoli ambienti.

Il progetto di riqualificazione ha previsto la redistribuzione degli spazi con ambienti più grandi ed è stata invertita la posizioni tra zona giorno e notte. Al lungo corridoio di distribuzione dell’appartamento è stato dato un andamento curvilineo, diventando così l’elemento caratterizzante degli ambienti, tutti delimitati da una parete curva.

La zona giorno è stata progettata per godere al meglio della scenografica vista: ampie vetrate pieghevoli a libro si aprono sul soggiorno con zona pranzo e sulla cucina, come un grande loggiato che si affaccia sulle mura venete. La parete tra cucina e soggiorno, in vetro acidato, è anch’essa a libro, per creare all’occorrenza un unico grande ambiente.

La fluida connessione degli spazi dell’abitazione è enfatizzata dalla posa in diagonale del pavimento a listoni.

Progetto Servalli Architettura